Articolo 1 - Il nostro vero nemico è uno solo: i bookmakers!

Articolo 1 - Il nostro vero nemico è uno solo: i bookmakers!

Quando si inizia una sfida, una lotta, un percorso verso un obiettivo, è sempre importante andare a definire bene contro chi si sta combattendo.

 

Conoscere il nemico, è la prima e più importante cosa da fare per raggiungere la vittoria e goderne di tutti i benefici. Non averne chiaro quale sia il suo schema tattico, porta inevitabilmente ad una serie di passi falsi che determinano la riuscita o meno di un piano.

 

Così è nelle partite di basket NBA.

E così è anche, e soprattutto, nel BETTING!

 

Chi è dunque il vero nemico da sconfiggere?

 

Innanzitutto vogliamo dirti chi non è il vero nemico, perchè questo è davvero un passaggio importante nella tua vita per diventare uno scommettitore professionista, che se comprenderai fino in fondo, ti darà un vantaggio mentale decisivo nel tuo percorso di crescita.

 

Troppo spesso si fa la gara a chi è più bravo a scommettere. Chi vince di più, chi azzecca più pronostici corretti, chi fa le giocate più strane e le vince. Purtroppo però chi ragiona in questo modo ti verrà sempre a raccontare la sua vittoria più epica, ma mai la serie di innumerevoli sconfitte che la precede o che seguono poi. Questo perchè si innesta una sorta di competizione con gli altri giocatori dove ognuno di questi vuole dimostrare di essere il migliore, il genio che rivoluziona il mondo delle scommesse, il numero uno!

 

Questo modo di ragionare, rispecchia il tipico meccanismo della mente umana che associa la riuscita di un grosso evento (come la vincita di migliaia di euro) ad un fatto singolo (la vincita di una schedina) e dunque chi più riesce a vincere con una giocata, tanto si sente forte e bravo.

 

In questo modo funzionano anche le pagine su Facebook o altri siti/servizi web che trattano il tema scommesse, o semplicemente è così che ragiona anche l’amico che hai sotto il bar di casa con il quale ti confronti prima di fare le giocate. Si punta a denigrare gli altri, semplicemente dicendo che vincono troppo poco, o che hanno metodi sbagliati, o che non sono abbastanza bravi.

 

Punto uno (fondamentale): togliti subito dalla testa questo concetto!

 

Abbiamo una brutta notizia per te: il 95% delle persone che scommettono è in perdita!

 

Noi non stiamo facendo la gara a chi è più bravo!

 

Noi stiamo facendo la gara al profitto!

 

Avere più soldi nel conto rispetto a quando si parte è l’unica vittoria!

Come ci si arriva non conta nulla.

Cosa fanno gli altri non conta nulla.

 

Punto. Chiuso. Stop.

 

L’unico obiettivo del sistema NBASimpleProfit è quello di farti avere più soldi nel conto alla fine della stagione rispetto a quando inizia.

 

Ma chi ha instillato questa mentalità di competizione nella mente delle persone?

Chi sta pilotando le tue giocate in modo da farti sempre perdere sul lungo periodo?

 

Proprio loro.. il nostro unico e vero nemico: i BOOKMAKERS!

 

*Per chi non lo sapesse, i bookmakers sono le compagnie grazie alle quali puoi fare le scommesse. Quelle dove fai “la schedina” per intenderci.

 

Sono proprio i bookmakers che da anni stanno letteralmente rubando i soldi dalle tue tasche, senza che tu ne ne accorga. Sono proprio loro che ti spingono sempre a crederti più “fenomeno” e più “bravo” degli altri. Sono proprio loro che stanno “pilotando” le tue giocate.

 

Andiamo un pò più nel dettaglio ad analizzare i loro movimenti.

 

#1 - La corsa alla bravura

 

Non so se te ne sei reso conto, ma negli ultimi anni sono letteralmente esplose le tipologie di scommesse. Al giorno d’oggi si può tranquillamente scommettere su qualsiasi sport (e ci sta) ma la cosa interessante e che si può scommettere su praticamente qualsiasi tipo di cosa all’interno di un evento sportivo.

 

“Sai.. la settimana scorsa ho beccato insieme la vittoria di questa squadra di terza categoria finlandese in combo con il numero di calci d’angolo e il primo marcatore. Ma quanto forte sono?”

 

Questa potrebbe essere la classica frase che ti senti dire dall’amico sotto casa che si sente forte nel betting. Il fatto è che con tutte queste possibilità di giocata lo scommettitore medio più ne azzecca di strane e più si sente appagato.

 

Ma basta anche guardare come sono impostate le pubblicità in TV dei principali bookmakers - “dimostra quanto sei bravo” - “gioca con i tuoi amici” -  ecc.. (ovviamente non possiamo citarli nello specifico) per capire quale sia il loro intento. Ti basta fare un pò più di attenzione la prossima volta che la vedi per capire esattamente quello di cui stiamo parlando.

 

#2 - Spinta all’iscrizione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Che il 95% degli scommettitori è perdente, ormai lo sanno anche i muri.

E figuriamoci se non lo sanno anche i bookmakers.

 

Come mai ad ogni iscrizione regalano sempre un bonus sul primo deposito?
Bè ovviamente perchè tanto già sanno che poi lo rigiocherai e lo perderai.

O almeno nel 95% dei casi…

 

Per loro avere 100 nuovi iscritti significa trarre profitto da 95.

Se danno un bonus, oltretutto fittizzio perchè poi i soldi che ti danno li devi rigiocare, è proprio perchè vogliono incentivare il numero delle iscrizioni.

 

3# - Spinta a giocare in multipla ad alta quota

 

Per il meccanismo spiegato prima dove la mente umana associa la vincita di una grossa cifra al realizzarsi un evento, lo scommettitore medio (e perdente) è portato a volere tutto e subito.

 

 

La cosa migliore da fare dunque è cercare il colpo grosso e provare a vincere per esempio 10.000€ giocando una schedina da 5€.


Per farlo inserisco nella stessa schedina 20/30 eventi a quote medio alte cercando la sbancata. Ovviamente sono consapevole che sarà difficile centrarla, ma basta riuscirci una volta e sono apposto per un bel pò.”

 

 

Dunque.. premesso che centrare una giocata del genere ha lo 0,0001% di probabilità (è un numero esemplificativo, bisognerebbe calcolare ogni singola quota e numero di eventi) ed è tutt’altro scontato che farlo, basta fare un pò di conti per capire quanto rischioso sia un metodo del genere sul lungo periodo.

 

Mettiamo come esempio che un giocatore medio faccia questa tipologia di giocata 3 volte alla settimana (se non anche tutti i giorni, ma va bene così) per almeno 10 mesi l’anno (2 di ferie ci stanno) si verrebbe a spendere:

 

5€ x 3 volte a settimana = 15€ settimana

15€ settimana x 4 settimane = 60€ mese

60€ mese x 10 mesi all’anno = 600€ all’anno

 

Giusto così per provare a vincere.

Giusto così per provare la fortuna.

Giusto così per sperare che una volta vada bene.

 

Questo purtroppo però, si chiama GIOCO D’AZZARDO.

 

Se avete la fortuna di vincere quel singolo evento vi sarete ripagati tutto, ma sappiamo benissimo tutti (soprattutto i bookmakers lo sanno) che la maggior parte dei giocatori (il 95% appunto) non avrà mai quel “pizzico” di fortuna che serve e chiuderà l’anno in negativo.

 

Pochi soldi alla settimana abilmente spillati dalle vostre tasche, che però alla fine dell’anno aumenteranno a dismisura i loro fatturati milionari.

 

E dunque.. come vi incentivano a giocare in multipla e ad alta quota?

Se già non bastasse il fattore “meccanismo psicologico umano” ci aggiungono anche dei bonus. Più eventi inserisci, più bonus hai sulla potenziale vincita finale.

 

Diabolico!

 

E ci rendiamo conto benissimo di quanto sia penetrante questo meccanismo nelle menti delle persone. Ci siamo passati tutti, anche noi agli inizi del nostro percorso di crescita nel betting. Non siamo nati con la soluzione in mano, ma abbiamo fatto un percorso di crescita, di conoscenza e di consapevolezza. Quello che ora devi assolutamente fare anche tu per passare al livello successivo!

 

Se vuoi un ulteriore prova di questo fatto ti basta guardare questa tabella:

Queste sono degli esempi di commissioni ricevute da un’agenzia di scommesse quando gli scommettitori giocano una schedina.

Come puoi notare più è alto il numero di eventi, maggiore è la percentuale di commissione che ha l’agenzia, questo perchè anche i bookmakers, sanno che più eventi si aggiungono più si abbassa drasticamente la probabilità di vittoria.

 

Ma se ancora avessi dei dubbi su chi sia il vero nemico da sconfiggere, allora lascia che ti raccontiamo una storia che abbiamo vissuto direttamente sulla nostra pelle

 

I bookmakers NON amano i giocatori vincenti.. non amano noi!

 

Se ci segui da qualche anno probabilmente anche tu hai già sentito parlare di questo fatto.

Se sei nuovo di qui è giusto che tu la sappia. Siamo sicuri che dopo averla letta avrai ben chiaro, e definitivamente, chi sia il vero nemico!

 

Devi sapere che il nostro servizio è nato semplicemente come una pagina Facebook dove consigliavamo le giocate NBA vincenti dal nome “I pronostici NBA di John Anthony”. Ci siamo evoluti fino a far diventare le nostre giocate, un sistema passo passo che garantisca profitto alla fine della stagione sportiva. Lo abbiamo chiamato NBASimpleProfit.

 

Questo processo di crescita e di maturazione è durato 4 anni.

 

Ovviamente non sono state tutte rose e fiori. Prima di arrivare al sistema definitivo, abbiamo provato varie tipologie di giocata e vari sistemi di gioco. Il frutto di tutta quell’esperienza è NBASimpleProfit.

 

Una delle tipologie di giocate proposte in passato erano gli under/over sui punti dei giocatori NBA in una singola partita. Avevamo un accordo con un’agenzia di scommesse e davamo le nostre giocate solamente a chi era nostro affiliato, ovvero era iscritto a quell’agenzia e giocava da li.

 

Praticamente ricevere i pronostici era gratuito, l’unico obbligo era quello di giocare nel bookmakers consigliato da noi. L’agenzia ci avrebbe riconosciuto delle commissioni calcolate sulla percentuale degli importi giocati dai nostri iscritti (e non sulle perdite come purtroppo fanno in molti). Ci sembrava un’ottima soluzione per tutti!

 

Le cose andavano piuttosto bene. Vincevamo spesso e avevamo un sacco di iscritti.
Guadagnavamo noi con le commissioni e soprattutto i nostri iscritti con le vincite.

 

Purtroppo però poi il nemico bookmakers, accortosi del fatto che stava iniziando a rimetterci un pò di soldi, ha iniziato a bloccare tutti i conti dei nostri iscritti, a nostra completa insaputa.

 

Ti lascio immaginare il disastro che è successo..

 

Il nostro accordo, che gli aveva portato molti iscritti e molti introiti, non gli andava più bene.

Non andava più bene semplicemente perchè stavamo vincendo troppo.

 

Una porcheria mai vista prima e che ancora oggi ci brucia!

 

Mai come quella volta, abbiamo capito chi sia il vero nemico.

Mai come quella volta, abbiamo capito contro cosa dobbiamo lottare.

Mai come quella volta, abbiamo giurato di non scendere più a patti con loro.

 

Giocare sempre sullo stesso bookmakers e vincere.. è un problema.

 

Se ancora non ti hanno bloccato un conto online, allora significa che non hai vinto abbastanza. Vuol dire che fai ancora parte del 95% di scommettitori che fanno comodo ai bookmakers, quello dai quali spillano soldi lentamente, ma inesorabilmente. Come una goccia di sangue che scende da una piccola ferita, ma che se non fermata, porta inesorabilmente ad una morte per dissanguamento.

 

C’è una soluzione anche a questo problema (che scoprirai molto presto), ma l’importante, per adesso, è che ti focalizzi su chi sia il vero nemico:

 

 

  • quelli che ti “pagano” perchè tu ti iscriva al loro sito
  • quelli che ti incoraggiano a fare il fenomeno con giocate assurde
  • quelli che ti fanno credere che con 5€ puoi vincerne 10.000€ con regolarità
  • quelli che ti spingono a giocare listoni di partite ad alta quota
  • quelli che ti cacciano dalla porta di servizio quando diventi un “ospite indesiderato”

 

… i bookmakers!

 

 

La loro sconfitta.. è il nostro profitto!

 

Alla prossima e.. buon bet!


Grandi Pronostici + Gran Sistema di Gioco = NBASimpleProfit

Ti guidiamo passo passo nel raggiungimento dei tuoi obiettivi di betting. Inizia a fare profitto insieme a noi!