Articolo 4 - Perchè la NBA è il miglior sport su cui scommettere e come anche tu puoi trarre profitto da questo mercato milionario

I pronostici che diamo sono focalizzati solamente sulla NBA (basket americano), e ormai da tempo abbiamo abbandonato il calcio in quanto difficile da monetizzare per una serie di motivi che andremo a spiegare più avanti con un post dedicato.

 

Siamo esperti del mondo NBA prima di tutto per un motivo fondamentale: adoriamo questo gioco e questa lega. Siamo dei veri e propri APPASSIONATI di questo sport.

 

E’ una cosa molto importante da tenere in considerazione perchè questa passione ci porta a vedere centinaia di partite all’anno, seguire tutte le news, i movimenti dei giocatori, gli infortunati, le interviste, gli schemi di gioco, le statistiche avanzate, etc..

 

Se non ci fosse in primis questo fattore, dopo un pò di tempo, anche facendolo per profitto, ci stancheremo di farlo o lo faremo con meno entusiasmo, mettendo a rischio i nostri risultati economici. E’ un meccanismo umano totalmente normale dare il massimo su una cosa di cui si è appassionati e noi su questo lo siamo al 100%. Nessuno entra nel nostro staff se prima non è mosso da una sana passione per il gioco e per la lega!

 

Fatta questa doverosa, ma importante premessa, ci sono anche una serie di motivi tecnici specifici per cui la NBA è un campionato adattissimo alle scommesse.

 

I 6 fattori principali che abbiamo individuato sono:

#1 - Calendario
#2 - Motivazioni
#3 - Tempi di recupero
#4 - Giocatori Eroi
#5 - Mercato globale
#6 - Probabilità di vittoria

 

#1 - Calendario

 

Generalmente si inizia a metà Ottobre e si finisce circa a metà Giugno. Considerando che solitamente nelle finali si scommette poco, in quanto molto aperte ad ogni risultato, risultano esattamente 8 mesi di lavoro e 4 di vacanza, dove nei mesi di lavoro si gioca praticamente tutti i giorni.

 

Già questa schedulazione è molto importante: avere 4 mesi di totale vacanza in cui si può staccare la spina è utilissimo per ricaricare le pile in attesa della stagione successiva. In 4 mesi si scarica tutto lo stress accumulato nei mesi precedenti e sono l’ideale per godersi le vincite accumulate. A livello psicologico inoltre, avere 4 mesi di riposo è un vero e proprio toccasana che in nessuna altra attività è possibile.

 

Ma anche giocare ogni giorno è un vantaggio: solitamente quando si inizia un percorso di scommesse è molto difficile scegliere i giorni dove farlo e i giorni dove saltare perchè si è completamente immersi in quel flusso. Il fatto di poter giocare una sola competizione (campionato NBA) tutti i giorni, fa si che anche la componente di “voglia di scommettere del giocatore” sia completamente appagata. Per esempio nel calcio questa componente non lo è perchè la qualità delle competizioni cala drasticamente da un giorno all’altro con conseguenti “sorprese” nei palinsesti che possono danneggiare il tuo bankroll.

 

#2 - Motivazioni

 

Proprio il fatto di avere una sola competizione è la chiave.

 

Le squadre e i giocatori sono completamente focalizzati sul dare il massimo in questa competizione. Non ci sono Champions League, Coppe Nazionali, nazionali, turni infrasettimanali, etc.. Tutte le squadre concorrono nella stessa Lega e combattono tra di loro per vincere più partite possibili. Gli americani culturalmente sono molto legati alle statistiche e ai record, dunque è molto difficile che le squadre snobbino le partite.

 

Le squadre sanno che devono fare una sola cosa per quegli 8 mesi: giocare bene il campionato per raggiungere il loro obiettivo stagionale (e attenzione, l’obiettivo stagionale per qualche squadra può anche essere quello di perdere per salire di posizione al draft, e saperlo è di fondamentale importanza). Sanno che devono lavorare ogni giorno per quell’obiettivo. Sono focalizzati solamente su quello!

 

Mentalità che fa molto comodo anche noi!

 

#3 - Tempi di recupero

 

A differenza del calcio per esempio, i tempi di recupero fisico nel basket sono molto più veloci. La pallacanestro non è uno sport di resistenza e dunque i giocatori non vanno a logorarsi durante le partite. E’ uno sport veloce e di potenza dove i tempi di recupero sono molto più veloci.

 

Nel calcio ad esempio capita molto spesso che in determinati periodi della stagione le squadre siano “stanche” o che i giocatori in certe partite meno importanti non diano tutto quello che hanno e tendano a “riposarsi” in campo. Ma quel calo è fisiologico e dettato dal tipo di sport.

 

Nel basket, succede molto meno proprio per un fatto fisico e dunque, anche se le squadre giocano ogni 1 o 2 giorni, il risultato atteso è che tendenzialmente vince la più forte.

 

Ovviamente anche qui ci sono le eccezioni, e soprattutto quando ci sono squadre che giocano 4 volte in 5 giorni è importante tenere conto del fattore stanchezza, ma sono tutte cose che conosciamo e di cui teniamo conto man mano quando facciamo i pronostici giornalieri.

 

#4 - Giocatori Eroi

 

La NBA è prima di tutto la Lega dei giocatori. Agli americani piacciono le storie e campioni da idolatrare. Se noti, è proprio negli sport americani che nascono vere e proprie leggende.

 

Un giocatore sa che per diventare una leggenda deve lasciare la propria impronta sul campo sera dopo sera, giorno dopo giorno. E’ proprio un fatto di cultura sportiva americana.

 

Mettiamo insieme il tutto: i giocatori sono focalizzati su una sola competizione, dove ogni sera si sfidano contro altri campioni e la competitività è al massimo, in uno sport dove i tempi di recupero sono veloci e capiremo che ogni partita ha un’alta probabilità che il vincente sia la squadra più forte o quella che sta meglio mentalmente.

 

I giocatori inoltre dipendono esclusivamente da questo sport: a livello economico passare dall’essere l’ultimo panchinaro al quintetto titolare fa una differenza abissale sia come contratto, che come sponsor.

 

Chi scende in campo lo fa al massimo delle proprie possibilità.
E’ difficile che succedano sorprese inspiegabili.

 

A fine stagione, quando si leggono le classifiche, sono poche le squadre sorpresa: le previsioni vanno tendenzialmente come ci si aspetta. Se in una singola partita può capitare la sorpresa, nell’arco della stagione i risultati tendono a normalizzarsi.

 

#5 - Mercato globale

 

La NBA è ogni giorno che passa un mercato sempre più grande e sempre più globale.

 

Questa internazionalità fa si che le partite, anche quelle meno di cartello, siano sempre più viste in tutto il mondo.

 

Anche i profitti per i diritti TV stanno crescendo notevolmente: sempre più partite sono trasmesse in diretta nazionale americana o su canali satellitari in tutto il mondo.

 

Diciamo dunque che fare “scherzi” come pilotare determinate partite è sempre più difficile visto la visibilità della Lega.

 

Per esempio nel calcio invece, visto l’altissimo numero di squadre, campionati e competizione è facilissimo “combinare” qualche partita.

 

Nella NBA è sempre più difficile, perchè le squadre sono sempre più visibili e hanno un unico campionato da giocare.

 

Questo essere sempre più globali inoltre, sta influendo nelle ultime stagioni anche dal punto di vista della comunicazione degli infortunati. Se fino a qualche anno fa era permesso tenere "a riposo" qualche big comunicandolo pochi minuti prima dell'inizio della partita, ultimamente la Lega non vuole tutto questo e se nel caso qualche giocatore non fosse disponibile, la notizia esce sempre parecchie ore prima. Di conseguenza anche noi siamo più tranquilli nel fornire i pronostici ad un orario più serale, che notturno.

 

Con questi 5 motivi abbiamo capito una cosa molto importante.. la NBA è uno sport altamente AFFIDABILE per scommettere, per tutti gli 8 mesi della sua durata!

 

#6 - Probabilità di vittoria

 

Ma c’è anche un aspetto matematico da tenere in considerazione: nel basket non esiste il pareggio. O vince una squadra, o vince l’altra squadra. Il risultato è che abbiamo il 50% di probabilità di centrare la vittoria di una squadra e non il 33% come nel calcio.

 

Questo aspetto è veramente fondamentale anche per i giocatori stessi, che non scendono in campo pensando anche alla possibilità del pareggio!

 


8 mesi all’anno di lavoro.. in un unico campionato AFFIDABILE!!! Cosa altro chiedere? Abbiamo in mano un vantaggio competitivo molto importante per vincere la sfida contro i bookmakers!

 

Alla prossima e.. buon bet, ricordando sempre il nostro motto:


Grandi Pronostici + Gran Sistema di Gioco = NBASimpleProfit

 

P.S. In questo articolo abbiamo citato il calcio non a caso, ci sono vari motivi per cui non amiamo scommettere su questo sport, leggili nel prossimo articolo: "Perchè il calendario calcistico è costruito in modo da far perdere soldi agli scommettitori"